Riflessioni

M’ama? Non so, spero di sì. Spero m’ami come io amo lui. Spero m’ami almeno un quarto di come io l’amo, di come lui mi manca. Spero che anche lui tema di perdermi, come io temo di perdere lui. Temo il giorno in cui lui si stuferà di me, o in cui io mi stuferò di lui, perché allora che rimarrà del nostro amore? Odio? O peggio: indifferenza? Tutte le lacrime, tutti i “ti amo”, tutte le risate, come verranno ricordate? Con amara nostalgia? Con odio e rimpianto? Con vergogna? Con indifferenza? Saranno andate sprecate? Usate per poi essere dimenticate in un lontano passato? No. Io non desidero questo per noi. Ma accadrà. Perché l’amore è pazzo e capriccioso, e qualcuno si stuferà dell’altro, lasciandolo amareggiato e deluso. Ma allora, perché desiderare qualcosa che non può esistere? Perché pretendere dall’amore qualcosa che non è in grado di darci? Perché desiderare la pace, impegnarsi per averla, e poi mandare tutto all’aria per un futile capriccio? Perché pretendere dall’altro lo stesso amore che si prova per quello? Perché stupirsi, scoprendo di non essere stati nemmeno minimamente amati? Perché così fragile è il cuore nostro? Perché perseverare in un sogno impossibile, conoscendone già la tragica fine? Perché adirarsi tanto per un proprio e consapevole errore? Perché insistere in esso, anche dopo averlo riconosciuto, analizzato, compreso e odiato? Perché il cuore nostro di speranza non è mai libero? Una speranza crudele, suicida, amara e subdola. Una speranza che ci inganna con costanza in questa tremenda Odissea infinita. Perciò, perché continuare ad amare? Perché struggersi alla ricerca di un sogno lontano e tremendamente irraggiungibile? Perché vivere di illusioni e dolori, lasciandosi stupire dalle ormai prevedibili infamie della speranza?

Nicole Monaco 2F


16 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Personale

Vorrei fosse illegale amarti, soffrire per colpa degli altri. Vorrei dirti cosa provo ma poi che penseresti? Vorrei dirti cosa sono, ma poi mi guarderesti allo stesso modo? Mi hai detto la verità e mi