Poesie (Medusa)

“Tenerezza”

E se ti dedico mille poesie

poi tu ti spaventi

perché la tenerezza

ormai

intimorisce anche l’animo più coraggioso (questo

tutto un verso ma la tastiera me lo ha diviso)

”Ossimori di fondo”

E starti vicino in fondo mi basta,

ma sentirti lontano in fondo mi uccide (anche qui le frasi

sono due versi e non smezzate)


“Teatro”

E mentimi,

continua ad alimentare la mia illusione,

bendami, accecami con i tuoi baci fallaci.

Sussurrami le tue dolci bugie,

fingi e continua la mia commedia.

La verità, per me, è troppo amara.

Non so vivere fuori dal mio palcoscenico,

fuori dal copione che mi sono scritta,

se mi tolgo questa maschera

chi sarò?

Quindi mentimi,

e asseconda la mia dolorosa follia.


“Primo bacio”

Ad occhi chiusi anelo ad un tuo bacio silenzioso,

ad un tuo colorato tocco, ad una tua forte stretta.

Bramo la tua pelle, il tuo respiro, e i tuoi ricci ribelli,

poterti stringere a me e inspirare il tuo profumo.

I tuoi occhi mi inebriano di bramosia,

mi cullo nel rimembrar delle tue labbra,

la dolcezza dei tuoi baci, il calore dei tuoi abbracci.

Al nostro primo bacio.


Medusa

4 visualizzazioni0 commenti