Intervista Meet (Lista I)

Candidati Consiglio d'Istituto

Giuseppe Lavitola VB

Alessandro Marotta VB

Matilde Falasca IVH

Chiara Palombieri VD


Candidati Consulta Provinciale

Giuseppe Lavitola VB

Alessandro Marotta VB


Qual è il nome della vostra lista e perché lo avete scelto?

Il nome della nostra lista è MEET, parola che in questi ultimi due anni abbiamo sentito più e più volte nella nostra quotidianità con una chiave di lettura diversa rispetto a quella originale, essendo il nome della piattaforma usata per le video lezioni. Secondo noi è un nome simbolico per la ripartenza post-pandemica: ridare l’accezione originale di “incontro” al simbolo principale del distacco di questi ultimi anni.


Cosa vi ha spinto a candidarvi?

Abbiamo deciso di candidarci perché veniamo da anni di partecipazione alla vita scolastica. Abbiamo un’idea di scuola che abbracciamo tutti e quattro: quella di una scuola libera e partecipata. Fortunatamente nel nostro liceo è un percorso che va avanti già da tempo. Noi abbiamo le proposte per arrivare un passo più vicini a quel modello di scuola, e abbiamo soprattutto le competenze per realizzarle.


Quali sono le linee fondamentali del vostro programma?

Le linee sono chiare: ridare una dimensione sociale e di comunità alla scuola, creare un ambiente adeguato per gli studenti e risolvere i problemi pratici, a partire dallo scaglionamento, per cui abbiamo la proposta della Linea S.


Quale è il vostro punto di forza?

Come detto prima il punto di forza è uno, sia in assoluto, che rispetto alle altre liste: abbiamo una visione chiara di scuola, sappiamo cosa fare per realizzarla e abbiamo le competenze per farlo. Dopo aver letto i programmi, non ci sembra più una cosa scontata.


Quale lista temete di più?

Le liste le temiamo tutte: entrambe possiedono punti di forza e punti di debolezza. Noi però abbiamo fiducia negli studenti, siamo consapevoli di avere proposte innovative e contiamo sul fatto che sappiano riconoscere il bene per la loro scuola.


Quale motivo vi ha spinto a candidarvi anche in Consulta?

Il Consiglio d’istituto e della Consulta provinciale rappresentano due ruoli molto diversi, ma che se usati in maniera complementare possono creare grandi possibilità di sviluppo per la scuola. Per questo due di noi, Giuseppe ed Alessandro, hanno deciso di correre anche per questa carica: sfruttare a pieno le possibilità dei loro ipotetici ruoli.





0 visualizzazioni0 commenti