Bugie

L’uomo mente. L’uomo ha sempre mentito. Ha sempre ingannato. Pretendiamo l’onestà dagli altri, quando siamo poi noi stessi a mentire. Motiviamo le nostre bugie con improbabili pretesti, di cui alla fine ci convinciamo anche noi per non sentire il peso della coscienza gravare sul nostro ego. Menzogne anche queste. Le bugie bianche non esistono, non si mente mai per il bene di qualcun altro all’infuori di noi stessi. Noi, uomini, siamo esseri egoisti e subdoli, l’amore non dovremmo nemmeno nominarlo. Nessuno sa davvero che vuol dire amare qualcuno. Mettere sempre e comunque il bene di quella persona davanti al proprio, annullare completamente la propria persona coscienti che l’altra faccia lo stesso. Eppure, persino l’amore, è una bugia. Una mera illusione, una promessa infranta. Una voglia provata per un momento, poi dimenticata in fondo ad un armadio vuoto. Un capriccio dettato dalla volatilità dell’essere umano. Perché ostinarci a credere nell’amore? Credere in esso è pari a credere in Babbo Natale. “L’amore è il passo più vicino alla psicosi” disse Sigmund Freud.

“Un uomo come me non può vivere senza una mania, una passione divorante o, per dirla con Schiller, senza un tiranno. (…)”

-Sigmund Freud-

L’amore è il tiranno dell’uomo. Frutto della psicosi umana, e ultimo pretesto a cui aggrapparsi. Un ideale per cui combattere, un motivo per vivere, un qualcosa che completi le nostre sterili vite. Il più ben congegnato autoinganno dell’essere umano, un qualcosa a cui tutti alla fine credono. Chi non può averlo lo denigra, ma in segreto lo brama. Chi lo ha lo dà per scontato, e quando lo perde lo piange. Unico collante che tiene uniti gli uomini. L’amore, la bugia più grande, l’inganno a cui tutti credono. Illusioni del mezzo di cui esso si serve maggiormente: la speranza. Tutti noi siamo vittime delle meschinità della speranza, e l’amara ironia di tutta la storia è che noi siamo gli artefici dei nostri mali. L’uomo è il male dell’umanità.

“Non v’è nulla di più delizioso dell’ingenua e presuntuosa esaltazione che la razza umana fa di se stessa: senza ombra di vergogna o di modestia, l’umanità sostiene di essere l’opera più nobile di Dio.”

-Mark Twain-


Nicole Monaco, IIF


3 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Personale

Vorrei fosse illegale amarti, soffrire per colpa degli altri. Vorrei dirti cosa provo ma poi che penseresti? Vorrei dirti cosa sono, ma poi mi guarderesti allo stesso modo? Mi hai detto la verità e mi